Una meta perfetta per chiunque voglia trascorre un weekend, o perché no qualche giorno di più, tra turismo e sport è “La Pista Ciclabile del Ponente Ligure”, comunemente chiamata La pista ciclabile di Sanremo, che rappresenta la location ideale per gli amanti delle due ruote, ma non solo.

Lungo i suoi 24 km. di lunghezza si attraversano ben 8 comuni della provincia di Imperia tra San Lorenzo al Mare ed Ospedaletti lungo i quali i ciclisti, di tutte le età e di ogni livello, hanno la possibilità di “guidare” la propria bicicletta, e-bike o rollerblade su di un percorso che, per bellezze naturali, ha pochi eguali al mondo. Gallerie, punti panoramici e tratti a ridosso del mare fanno da cornice ad uno spettacolo che riuscirà ad addolcire anche l’inevitabile mal di gambe che potrebbe giungere a chi, preso dalla foga, spingerà magari un po’ troppo sui pedali.

In circa 20 anni di esistenza la pista ciclabile, che sorge dove scorrevano i binari della vecchia tratta Genova-Ventimiglia, ha raccolto tante recensioni positive (immancabili ai tempi dei social network) diventando un vero e proprio must per gli appassionati di bici e non solo. Uno dei lati positivi della pista è di essere affiancata da una corsia pedonale dando quindi la possibilità, ad esempio ai genitori, di tenere d’occhio i propri bambini impegnati sulla corsia ciclabile con le loro biciclettine o tricicli. In caso di inconveniente tecnico al proprio mezzo non c’è da disperarsi perché lungo il percorso vi sono punti presso i quali si troverà assistenza, magari nel mentre siamo fermi a gustare un piatto di trofie al pesto in uno dei numerosi punti ristoro presenti a bordo pista.

Gli appassionati di ciclismo apprezzeranno la possibilità di mettere le proprie ruote sulla stessa pista che giunse agli onori della cronaca sportiva nel 2015 quando ospitò la cronometro d’apertura del Giro d’Italia. Essendo poi a Sanremo non si può non suggerire ai “fanatici” delle due ruote di fare una visita al celebre Traguardo di Via Roma, poco distante dalla pista, il quale ha visto alcune delle più indelebili pagine del ciclismo mondiale essendo arrivo della “Classicissima di Primavera”; per chi ha gambe come non consigliare di provare ad affrontare, sempre rimanendo in clima di Milano-Sanremo, “la Cipressa” o “Il Poggio” nel tentativo di emulare i propri beniamini.

Per chi volesse in un qualche modo “espatriare” basta fare alcuni chilometri nell’entroterra sanremese e giungere nel borgo di Seborga, meglio conosciuto come “Principato di Seborga” il quale, pur non vantando alcun riconoscimento di indipendenza a livello internazionale, riesce inevitabilmente a catturare la curiosità di chiunque vi faccia visita vuoi per le monete che vengono coniate o per altre peculiarità.

Un mix tra turismo e sport di alto livello quindi quello che si può apprezzare in questa zona della Liguria capace di offrire tutto quanto necessita per vivere al meglio la propria vacanza all’insegna dell’amata bicicletta.