In occasione dell’esclusivo evento culinario degli chef con la coppola, cui ho preso parte nei giorni scorsi, ho avuto il privilegio di soggiornare in una delle ville più belle del Mediterraneo, Rocca delle Tre Contrade. Situata sulla costa orientale della Sicilia, vicino a Santa Venerina, dista trenta minuti dall’aeroporto di Catania. Atterrata, vengo accolta dal vento isolano. Cerco ovunque i profumi di aranci e zagara, ma qui in aeroporto non li trovo. Faccio una sosta al molo di Stazzo, ai piedi dell’Etna, dove gusto la prima prelibatezza, giusto per preparare un po’ il mio stomaco e il mio palato ai sapori della tradizione sicula.

Rocca Tre Contrade SiciliaRocca Tre Contrade Sicilia

Il fascino dell’esclusività

Una passeggiata nel caratteristico Borgo dei Pescatori, il comune più prossimo alla tenuta, e, finalmente la vedo: una villa maestosa, come maestoso è l’Etna che, avvolto nelle nuvole, domina l’orizzonte, sentinella della città color pastello. Alta su una collina con un panorama ininterrotto sul Mar Mediterraneo, Rocca delle Tre Contrade offre ai visitatori brezze rinfrescanti nei caldi mesi estivi e una splendida vista sul mare e sull’Etna tutto l’anno. Ammetto che giungere a destinazione può risultare un’impresa difficile, perché il gps non localizza la struttura. I proprietari, infatti, hanno fatto rimuovere la localizzazione satellitare per preservare la quiete di un luogo affatto alla portata di tutti.

Rocca Tre Contrade SiciliaRocca Tre Contrade Sicilia

La ricerca della perfezione

Nonostante il cartello di divieto di sosta, proseguo lungo la strada e arrivò alla villa costruita nel 1850 e dimora di una famiglia aristocratica. Acquistata da Jon Moslet, norvegese, insieme con il socio Marco Scirè, siciliano, è stata da loro trasformata in una casa vacanza di lussoDodici le stanze della villa che, solitamente, ospita gruppi di amici o grandi famiglie. Ogni stanza ha un panorama invidiabile, dall’Etna al dolce pendio di Taormina, dal mare alla caratteristica Timpa, un verde strapiombo di pietra lavica sul mare. Le camere, dai decori semplici ma eleganti, sono estremamente spaziose e ariose. Dalle lenzuola agli asciugamani, la ricerca del lusso e del pregio è piuttosto evidente.

Rocca Tre Contrade SiciliaRocca Tre Contrade Sicilia

Alcuni dei bagni, dominati dalla sontuosità, dispongono di vasche che si affacciano sul parco. Un’esperienza da vero esteta ai limiti dell’edonismo. Chissà che ne avrebbe pensato Dorian Grey!

Rocca Tre Contrade SiciliaRocca Tre Contrade Sicilia

Il prestigio degli interni

La villa offre il comfort e la sobria eleganza di un albergo a cinque stelle, ma trasmette il vissuto di una casa di famiglia, grazie agli arredi accuratamente selezionati da Marco e Jon. Una miscela elegante di mobili antichi autentici, accenno alle nobili origini della villa, e design moderno, nel rispetto della tradizione siciliana. Materiali di recupero come la pietra lavica – onnipresente come i limoni in Sicilia – marmo e terracotta sono posizionati strategicamente in tutta la casa. Qui le porte non hanno serratura perché l’ambiente, benché lussuoso, è conviviale e destinato ad ospitare famiglie e amici.

Rocca Tre Contrade Sicilia

Rocca Tre Contrade Sicilia

Trattamenti regali

La proprietà dispone di personale di servizio, di cui i super ricconi che affittano questo posto possono usufruire. Custode, governante, cameriere, cuoco siciliano, personale trainer, guide turistiche vi assicureranno un soggiorno da vero pasha ed esaudiranno ogni vostro capriccio o desiderio, che si tratti di organizzare una lezione di yoga a bordo piscina o un’escursione al Monte Etna con un vulcanologo. Non alzerete nemmeno un dito, se non per chiedere di essere soddisfatti nelle vostre richieste. Jon e Marco si stanno muovendo per rendere la loro struttura idonea a corsi di alta cucina, nonché mettere a disposizione degli ospiti della villa uno chef di spessore, come… gli chef con la coppola! Da qui l’evento culinario, un piccolo assaggio di un progetto in cantiere. Rocca Tre Contrade Sicilia

Il panorama mozzafiato

Rocca Tre Contrade Sicilia

A Rocca delle Tre contrade la stagione turistica arriva prima, perché se non vai al mare hai le bellezza della terra che possono incantarti. La magnificenza di Madre Natura non fa sconti. Le aree esterne dell’abitazione sono molteplici e offrono una terrazza panoramica, una vasta selezione di sale da pranzo all’aperto, un ampio giardino con prato verde e la maestosa piscina a sfioro di 25 metri di lunghezza a forma di L, raggiungibile attraversando un tunnel di pietra lavica. Tutto intorno lussureggianti alberi di limoni verdi, frutteti e vasti terreni della tenuta. Nuotare in questa piscina è un’esperienza unica; sembra di poter raggiungere il mare all’orizzonte e toccare quasi l’Etna con le dita. Non importa dove state guardando… il panorama riuscirà, in ogni caso, a togliervi il fiato!

Emiliano Belmonte
About Author

Emiliano Belmonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *