Interno dell’hotel

“Gli sposi che trascorreranno qui la prima notte di nozze vivranno felici e contenti” è la profezia che aleggia attorno all’hotel più piccolo del mondo: l’Eh’häusl. Questo particolarissimo albergo si trova in Germania, nella città bavarese di Amberg, e vanta di essere, fin dal 2008, nel Guinness dei Primati in forza dei soli 2,5 metri di larghezza.

Nei circa 53 metri quadrati di superficie gli ospiti, massimo due, possono trovare tutti i principali servizi che un hotel di lusso, e l’Eh’häusl lo è a dispetto delle ridottissime dimensioni, possa offrire: arredamento di qualità, caminetto, tv a schermo piatto, una vasca idromassaggio ed anche un posto auto nel garage; ma la caratteristica che rende, forse più di altre, unica l’esperienza in questa struttura è l’assoluta privacy di cui possono godere le coppie. Gli innamorati che qui vi soggiornano dicono infatti di sentirsi unici e non una delle tante coppie come può succedere in altri alberghi.

Un legame, quello tra l’hotel e gli innamorati, che fonda le radici nel lontano 1728 quando ad Amberg venne approvato un regolamento comunale che prevedeva che le coppie potessero sposarsi solo se proprietarie di una casa; per aiutare quei promessi sposi meno abbienti un benefattore locale decise allora di costruire un immobile di ridottissime dimensioni con un prezzo accessibile a tutti. Le coppie acquistando questa piccolissima casa potevano quindi sposarsi, salvo poi, dopo poco tempo, rivenderla ad altri innamorati. Un sistema nato per dare la possibilità a tutti di realizzare il sogno di unirsi per tutta la vita con la propria seconda metà rendendo l’abitazione, anche una volta divenuta hotel, vero e proprio porta fortuna per i novelli sposi; una storia che spiega quindi come non sia un caso che Eh’häusl voglia dire letteralmente “casa delle nozze”…