Trascorrere una vacanza in campeggio ha da sempre un qualcosa di speciale, un mix di sensazioni e di emozioni che rimangono per forza di cose nella memoria di ogni campeggiatore.

Il settore del turismo en plein air, di cui il mondo-camping fa parte, sta catturando nuovi clienti anche in Italia. In particolare tra coloro i quali scelgono una soluzione di vacanza dove il mantenimento del distanziamento sociale e il rompere la routine quotidiana, tipico effetto del campeggio, la facciano da padroni; per questo sono nate delle tendenze di camping che vanno incontro a tali nuove tipologie di campeggiatori.

L’Urbancamping permette di piantare la propria tenda o stazionare il camper in uno spazio cittadino autorizzato avendo così la possibilità di trascorrere la tanto desiderata vacanza all’aria aperta stando all’interno, o nelle immediate vicinanze, di un determinato borgo. Il vantaggio di questa tipologia di campeggio è proprio quella di pernottare in prossimità del luogo o dei luoghi di interesse evitando quindi quei lunghi trasferimenti che si avrebbero nel caso in cui si stesse in campeggi isolati. Urban camping che sta facendo breccia tra coloro i quali non inseguono il lusso e preferiscono l’ambiente rustico del campeggio.

Un urban-camping negli Stati Uniti

Lusso che si può trovare invece con il Glamping che unisce l’atmosfera-camping ai servizi premium offerti da strutture alberghiere di alto livello. Il glamping, che deriva dalla fusione di glamour e camping, propone quindi sistemazioni simili ad hotel a quattro stelle: bagno con vasca e letti di dimensioni generose sono solo alcune delle comodità di cui si può godere.

Un moderno glamping

Affascinante se ce né uno è il treecamping grazie al quale si può realizzare uno dei sogni che chiunque ha sin da bambino: dormire su di un albero. Ad ospitate i campeggiatori c’è una struttura che va da quella classica in legno, o comunque in materiale green, a quella che unisce la versatilità dell’amaca alla comodità della tenda. Tutte sistemazioni confortevoli e sicure che permettono di rilassarsi, nel vero senso dell’espressione, stando sospesi tra i rami e sentendo il fruscio delle foglie. Relax ed economicità fanno da caratteristiche fondamentali del tree-camping il quale risulta azzeccato anche per le famiglie con bambini al seguito. Low cost che si trova inoltre nell’ibrido tra il campeggio e l’agriturismo: è il farm-camping o agricampeggio che dir si voglia; in questo caso si può sostare in strutture organizzate o fattorie rurali andando a scoprire, e qui viene in gioco l’agriturismo, le bellezze locali e degustando prodotti tipici a km. zero.

Avatar
About Author

Cesare Tamborini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *