In questa primavera 2021 che sta segnando la ripresa dei viaggi fa ancora più notizia la pubblicazione della classifica dei passaporti più potenti; come di consueto, ogni anno viene redatta l’Henley Passport Index ossia una vera e propria “hit parade” che mostra, come si dice in gergo, la libertà di girare il mondo.

Prima di entrare nel dettaglio e scoprire chi è al primo posto e dove si piazza il Belpaese è bene sottolineare che, per la stesura della classifica, non sono state prese in considerazione le attuali restrizioni in vigore causa COVID.

Dopo questa doverosa precisazione andiamo a scoprire qual è il Paese che si piazza al primo posto: il Giappone; il Paese del Sol Levante permette ai propri concittadini di recarsi in ben 193 stati senza visto oppure ottenendolo all’arrivo.

I celebri ciliegi in fiore e sullo sfondo il Monte Fuji

In seconda posizione c’è Singapore con 192, mentre “conquistano” la medaglia di bronzo Corea del Sud e Germania con 191. E l’Italia? Il nostro Paese arriva ai piedi del podio, in coabitazione con Finlandia, Lussemburgo e Spagna, grazie alla possibilità di visitare ben 190 nazioni. La TOP 5 si completa con Austria e Danimarca con 189; appena dietro, a 188, l’Europa è ancora ben rappresentata da Francia, Irlanda, Paesi Bassi, Portogallo e Svezia. La parte bassa della classifica vede all’ultimo posto l’Afghanistan con soli 26 paesi visitabili, preceduto da Iraq e Syria con rispettivamente 28 e 29.

Fanno scalpore la rapida ascesa della Cina, che in soli dieci anni ha recuperato ben 22 posizioni piazzandosi sessantottesima (174), e degli Emirati Arabi Uniti (174), da 65° a 15°.

Nel consultare una così particolare hitparade (https://www.henleyglobal.com/passport-index/ranking) non mancano le curiosità e allora viene da chiedersi: “Dove si classificano i nostri vicini di casa”? La Repubblica di San Marino è 18esima con 169 mentre la Città del Vaticano è al 26° posto con 154.