Il 21 luglio 2021, il recordman Giovanni Brancato compirà una nuova impresa nelle acque siciliane. “Con la Trinacria sulle spalle” il biologo messinese dimostrerà, ancora una volta, come all’età di 66 anni sia possibile affrontare dure prove, accompagnato dai suoi fedeli alleati, con caparbietà e determinazione. Così dalla spiaggia di Mondello (Palermo) si tufferà per raggiungere quella di Patti nel messinese. La sua impresa sarà scandita dalle seguenti tappe: Trabia, Termini Imerese, Cefalù Marina di Caronia, Capo d’Orlando, Patti, con il supporto di un gommone d’appoggio e da un camper che, via terra, manterrà i rapporti con le Capitanerie di Porto e la stampa.

Già noto dagli anni Settanta nell’ambiente della subacquea per la sua partecipazione a gare regionali e nazionali, dal 2008 l’atleta Brancato si è proposto per nuove sfide iniziando a “scalare il mare”; tra le tante sue imprese ricordiamo la traversata in mare aperto dalla Corsica (Giraglia) ad Alassio nel savonese, quella in cui ha unito la Tunisia all’Italia (Biserte- Villasimius), la Sardegna al Lazio (Olbia-Ostia), la Francia all’Italia (Porquerolles-Stintino), l’Italia alla Francia (AlassioMontecarlo) ed altre più brevi ma sempre impegnative.

Il biologo nutrizionista messinese, trapiantato ad Alassio dove vive con la moglie e i due figli, non molla mai ed è proprio questa sua forza di carattere, dietro la quale si contano rinunce su rinunce, che dovrebbe essere da esempio sia per i giovani che per quelli come lui un po’ “attempati”. L’obiettivo di Brancato è quello di invitare tutti a coltivare i propri sogni ed obiettivi e seguire una vita sana nella quale il “ben-essere” diventa l’imperativo categorico per affrontare qualunque sfida. Anche se lui il mare non lo sfida, perché nel mare “confida”.

Quindi, ancora una volta, ”il Guerriero del mare”, per i suoi concittadini lo “Squalo delle Eolie”, ci stupirà in un’altra traversata nelle cale acque della sua Terra.

___________

Credit foto: © A. Balbi