Se vi state accingendo a raggiungere la meta delle vacanze con la vostra amata auto potete approfittare di percorrere, visto che non dovete timbrare il cartellino, una strada particolare, magari più lunga della solita tangenziale, ma che vi ripagherà con panorami mozzafiato.

Nel mondo sono moltissime le strade che offrono, non solo a livello paesaggistico, attrazioni particolari; farne un elenco completo è impossibile, oltre che strettamente soggettivo. Per questo abbiamo deciso di selezionarne alcune, dagli USA all’Australia con un occhio particolare per la nostra Bella Italia.

E allora se siamo pronti accendiamo i motori e trasferiamoci negli Stati Uniti dove ad attenderci di essere percorsa c’è sua Maestà la Route 66. Chiamarla strada è semplicemente riduttivo vista la storia, le storie che può raccontare; innumerevoli sono i film e i libri ambientati lungo i quasi 4.000 km. che vanno da Chicago alle spiagge di Santa Monica in California passando per Illinois, Missouri, Kansas, Oklahoma, Texas, Nuovo Messico, Arizona fino a giungere al sogno chiamato California.

Sempre negli States c’è un’altra strada che merita di essere percorsa, questa volta per i più temerari, ovvero la Pikes Peak. Situata in Colorado è lunga 20 km. e ha la particolarità di essere un’ascesa mozzafiato, non solo per le bellezze circostanti, ma anche per gli strapiombi sottostanti e per le repentine variazioni di meteo. Gli amanti del motorsport sicuramente la conoscono perché, ogni anno, si disputa la Hill Climb, una cronoscalata a quattro o due ruote dai tratti epici; basti pensare che, arrivati in vetta agli oltre 4.300 metri di altitudine, non è raro vedere che ai piloti venga data la maschera dell’ossigeno.

Andiamo down under ovvero in Australia, terra che con le sue bellezze offre agli automobilisti la possibilità di percorrere i 240 km. circa della Great Ocean Drive lungo la costa sud-orientale del Paese collegando Torquay e Allansford avendo come “compagno di viaggio” l’Oceano; niente male, no?

Se siete amanti dei ponti dovete guidare sui 55 km. del ponte che collega Hong Kong e Macao; un’emozione unica che solo il ponte stradale più lungo del mondo sa dare!

Veniamo in Europa dove le strade spettacolari non mancano; in particolare al centro del continente, e più specificatamente in Germania, c’è la Romantische Strasse. Un nome che anche a color i quali la lingua tedesca è completamente sconosciuta non necessita di traduzione; 366 chilometri intrisi di romanticismo quelli che vanno da Würzburg a Füssen. Una strada lungo la quale si può toccare con mano il passare di diverse epoche storiche grazie alle chiese, alle cattedrali, ai conventi ed ai castelli che si susseguono. La strada romantica è relativamente recente, è nata nel 1950, e dà il meglio di sé nella parte finale dove ad attendere i viaggiatori ci sono le Alpi Bavaresi.

E l’Italia? Ovviamente il nostro Belpaese ha un’infinità di strade panoramiche che rappresentano lo Stivale nella sua interezza: al nord c’è un trittico che è affascinante a dir poco: la Strada delle Dolomiti, il Passo dello Stelvio e la strada che costeggia il Lago di Como.

La prima è lunga 110 km. lungo i quali si possono ammirare quelle che universalmente sono considerate come le montagne più belle del mondo: da Bolzano a Cortina dove fiumi, laghi alpini, come quello di Carezza, e magnifici borghi come Canazei completano un panorama in cui svetta, nel vero senso del termine, la magnificenza delle Tre Cime di Lavaredo.

Montagna ancora protagonista con il Passo dello Stelvio che è nell’immaginario la strada di montagna per antonomasia. La SS38, questo è il suo nome ufficiale, collega in 24 km. la Valtellina con la Val Venosta svettando ai quasi 2.800 metri del Passo dello Stelvio. 84 è l’impressionante numero dei tornanti lungo i quali sono infiniti i ricordi di epiche imprese ciclistiche; strada che ha il primato di essere il secondo valico percorribile più alto d’Europa e di strada asfaltata più alta delle Alpi orientali.

Scendiamo più in basso e arriviamo al Lago di Como dove si può guidare la propria auto o moto costeggiando lo specchio d’acqua dove ogni anno giungono turisti da tutto il mondo, star hollywoodiane comprese, attratti dalla bellezza e dal fascino senza tempo che hanno pochi eguali al mondo. Borghi, paesini pittoreschi, ville e chi più ne ha più ne metta sono i protagonisti lungo questo specialissimo viaggio avendo anche la possibilità, e questo non è un dettaglio, di caricare il proprio mezzo a quattro o due ruote sul traghetto per una traversata del lago semplicemente mozzafiato.

Se il nord è ottimamente rappresentato, non da meno lo è il centro dove si può guidare lungo la strada delle Crete Senesi in cui si attraversano alcuni comuni della provincia senese. Strada spettacolare senza ombra di dubbio che prende il nome dall’argilla la quale conferisce al paesaggio, caratterizzato da colline leggermente ondulate e da cipressi, quel tipico colore grigio-azzurro.

Dulcis in fundo il sud con un percorso che è addirittura Patrimonio dell’Umanità; stiamo parlando della strada della Costiera Amalfitana. Quasi 55 chilometri e un’infinità di curve da Positano a Vietri sul Mare in cui ogni giorno si riversano turisti da ogni dove per assaporare i profumi, le atmosfere e la bellezza dei luoghi attraversati che rendono questa strada una vera e propria terrazza sul blu del Mar Tirreno. Ironicamente viene sconsigliata ai deboli di cuore, non per la pericolosità, ma per i panorami inimitabili che si possono ammirare.