Nella zona nord della Ciociaria e più precisamente a Serrone, nel cuore del territorio del cesanese, è situata la storica azienda Vini Giovanni Terenzi. La casa vinicola è stata fondata alla fine degli anni ’50 dall’attuale titolare, il Sig. Giovanni che oggi la dirige insieme ai suoi tre figli: Pina, Maria ed Armando.

E’ il Sig. Giovanni e la moglie Santa che si occupano personalmente dei vigneti i quali contano in tutto una superficie di circa 12 ettari, mentre i tre figli sono addetti alla produzione ed alle vendite: una tipica e tradizionale azienda a conduzione familiare.

La genesi di questa storia la si deve al nonno il quale, come dice Pina, “Aveva la proprietà di un terreno di due ettari sul quale i miei genitori, e qui sta il loro grande merito, fecero una scelta controcorrente per l’epoca; cioè di investire sulle vigne ed in particolare sul vitigno Cesanese per produrre vino di qualità”.

Una scelta coraggiosa, quella di Giovanni Terenzi e Santa, in quanto in quel periodo, siamo negli anni ’70, “Era comune emigrare dalle zone rurali verso le fabbriche della piana del Sacco; a dispetto di tutto ciò i miei genitori, tra mille difficoltà, cercarono di portare in auge il vino Cesanese e pian piano, dai due ettari iniziali, siamo arrivati ai 12 di oggi. Abbiamo così dieci etichette fra bianchi e rossi, un rosé ed uno spumante per un totale di circa 150-160mila bottiglie l’anno” ricorda la proprietaria.

Vini Giovanni Terenzi che è un progetto imprenditoriale, ma al tempo stesso “La nostra vita” sottolinea Pina Terenzi la quale, con orgoglio, espone come collaborino attivamente nell’azienda, con piena condivisione e corresponsabilità, sia la sorella Maria, “Che si occupa del punto vendita”, che il fratello ArmandoIn veste di responsabile della produzione e dell’export” mentre “Io sono impegnata principalmente nella ricezione dei gruppi”.

I dodici vigneti sono dislocati a Serrone, Piglio, Paliano ed Olevano avendo così il vantaggio di generare, a causa della diversa esposizione e natura del terreno, “Differenti tipologie di prodotto e diverse espressioni di questo prezioso ed austero vino” sottolinea la figlia di Giovanni la quale sostiene, con grande enfasi, che la “Nostra azienda nasce come atto d’amore per il territorio per cui le nostre scelte agronomiche sono attente e rispettose dell’ambiente”. Parole queste che sono da preambolo alla filosofia che vi è alla base della produzione in quanto “Seguiamo tutte le fasi di produzione personalmente per garantire al meglio la qualità dei nostri prodotti operando in regime sostenibile, mantenendo in equilibrio la produzione” – prosegue poi Pina aggiungendo che – “Utilizziamo le risorse naturali senza impiegare nulla che vada ad impattare negativamente con il territorio e che possa compromettere il normale corso della natura”.

Grazie a tutto questo amore che viene profuso dalla famiglia Terenzi, l’azienda produce etichette di alta qualità dove a svettare vi è il Vajoscuro, Cesanese superiore riserva DOCG ottenuto dalla tenuta di Piglio (Cesanese d’Affile in purezza) vino che matura 12 mesi in piccole botti di rovere francese e 24 mesi in bottiglia. Poi c’è il Villa Santa (Passerina in purezza) dedicato alla donna più importante della famiglia: “mia madredice Pina. È un vino fine, elegante e fresco. C’è anche lo Zerli (Passerina in purezza) fermentato in botte ed affinato in legno, nato dall’intuizione femminile in un’annata enologicamente perfetta come il 2015 e prodotto anche negli anni successivi.

L’azienda ha inoltre effettuato molti studi e micro-vinificazioni per trovare le diverse espressioni del Cesanese scoprendone le eccellenti potenzialità; ed ecco quindi il Cesanese Superiore Colle Forma DOCG affinato in botti grandi (come usavano i nonni) per 24 mesi e 12 mesi in bottiglia. “Siamo stati i primi” sottolinea Pina “A produrre nel 2007 il Rosato da uve Cesanese e lo scorso anno, nonostante il Covid, abbiamo prodotto Initium spumante, un bianco extra dry dal perlage raffinato e dal gusto davvero interessante che ha avuto un discreto successo”.

Successo conseguito dai vini dell’azienda anche sul mercato estero che rappresenta una fetta importante del volume di vendite “Il 20% prima della pandemia, con in testa gli USA seguiti da Giappone, Europa dell’est, paesi Scandinavi e, in maniera più sporadica, Cina ed Australia” analizza la titolare la quale è orgogliosa, e non potrebbe essere altrimenti, dei prestigiosissimi e numerosissimi premi e riconoscimenti ottenuti negli anni dai loro prodotti tra cui, solo per citarne alcuni:

CESANESE DEL PIGLIO DOC

Annata 1997* – Diploma di Gran Merito per la produzione

CESANESE DEL PIGLIO DOC COLLE FORMA

Annata 2000 * Gran Menzione al Vinitaly 2002

Medaglia d’argento al concorso La Selezione del Sindaco 2002

Annata 2001 * Diploma di merito alla Selezione vini del Lazio 2004

Annata 2004 * Gran Corona dalla Vini Buoni d’Italia (Touring club) (tra i primi 190 vini su circa 19.000 selezionati in tutta Italia)

Gran Menzione al Vinitaly 2007

CESANESE DEL PIGLIO DOCG SUPERIORE RISERVA VAJOSCURO

Annata 2009* Medaglia d’Argento al Concorso Selezione del Sindaco 2012

Annata 2009* Medaglia d’oro a New York al Word Wine & spirits competition U.S.A. 2013

Annata 2011* Premio per i migliori vini del Lazio assegnato da La Repubblica

Annata 2011* Gran Menzione al Vinitaly 2015

Annata 2011* Medaglia d’Argento al Concours Mondial de Bruxelles

Annata 2012* 4 viti nella guida AIS 2016

Annata 2015* 4 viti nella guida AIS 2018

Nonostante tutti questi successi la famiglia Terenzi non si ferma mai e continua a lavorare, con la stessa passione e competenza di sempre, tant’è che non mancano alcune novità vinicole tra cui, ad esempio, lo Spumante di Trebbiano creato due anni fa; il tutto andando poi ad aprire le porte della cantina coinvolgendo sempre più i turisti, anche grazie ad accordi con tour operator, in tutte le fasi di produzione.

Non sorprende quindi come risalga già al 2013 l’apertura della sala di degustazione, che fa parte di quel progetto enoturistico volto a raccontare ai visitatori “La nostra storia“, come la definisce Pina, attraverso visite guidate; tour che sono effettuati su prenotazione per permettere di accogliere i visitatori in piena tranquillità e cortesia nei vigneti per far loro apprezzare il territorio ed il fascino di queste stupende colline. Punto centrale della visita è ovviamente la cantina in cui la titolare informa come “Spieghiamo il vitigno e le sue diverse vinificazioni e declinazioni proponendo inoltre la degustazione dei nostri vini in abbinamento a quei prodotti tipici del territorio che esprimono la grande ricchezza della nostra terra”.

Territorio vero che è doverosamente al centro del pensiero della famiglia Terenzi e che può essere scoperto, come sostiene Pina, “In svariate maniere: dal paesaggio, dalle sue bellezze naturali, dalle tradizioni e dalla storia; tutti modi questi che producono emozioni e suggestioni difficilmente dimenticabili”.

CONTATTI

Sito internet: Home – Vini Terenzi

E-mail: info@viniterenzi.com

Punto vendita

Via Prenestina, 385 – La Forma Serrone (FR)

Tel(+39) 0775 595466

Cantina e uffici

Via Forese, 13 Serrone (FR)

Tel. (+39) 0775 594286

Responsabile export/export manager:

armando.t@viniterenzi.com