Con l’avvicinarsi delle Festività Natalizie torna la magia dei mercatini di Natale; un luogo, il mercatino natalizio capace ogni volta di trasportarci realmente in quell’atmosfera che solo le Feste riescono a creare e ricreare ogni anno quasi fosse una vera e propria magia.

Atmosfera a parte i mercatini sono anche, o forse soprattutto per certi versi, il posto perfetto dove trovare quell’oggetto particolare, magari introvabile altrove, da regalare ai nostri cari o, perché no, a noi stessi. E se a tutto questo aggiungiamo i luoghi da favola dove questi mercatini vengono allestiti capiamo benissimo come “andare per mercatini” sia una delle frasi più ricorrenti di questo periodo prenatalizio.

Un elenco completo è impossibile da fare, quindi qua vi segnaliamo quelli che in Italia, ma non solo, meritano, a nostro parere, una visita; ovviamente se ne avete altri da suggerirci fatelo pure.

Iniziamo questo elenco con il Trentino-Alto Adige che è considerato un po’ “la capitale” dei mercatini. Quello di Bolzano può vantare di essere stato il primo in Italia, correva il 1991; l’inaugurazione quest’anno avverrà il 26 novembre (aperto dalle 10.00 alle 19.00 fino al 6 gennaio) con protagonisti il centro storico, Piazza Walther e il Parco della Stazione che per l’occasione si trasformeranno in un vero e proprio villaggio di Natale.

Il centro di Bolzano con il suo mercatino

Spostiamoci di pochi chilometri dal capoluogo trentino e andiamo al Lago di Carezza per quello che, stando a molti, è il più bel mercatino d’Italia, ma non solo verrebbe da dire visto il panorama; qui le tipiche casette di legno hanno forma e colori particolari i quali, riflettendosi nel lago, creano un panorama davvero unico impreziosito poi dai monti circostanti e dalla neve. Il mercatino è aperto tutti i weekend a partire da quello del 27-28 novembre fino a quello del 18-19 dicembre dalle 10 alle 20.

Rimaniamo al nord e precisamente in Piemonte per visitare il mercatino (aperto dal 5 all’8 dicembre) della perla della Val Vigezzo, ovvero Santa Maria Maggiore. Un borgo di poco più di 1.000 abitanti che per l’occasione viene preso d’assalto dai turisti che vogliono visitare il mercatino e percepire, toccare con mano, la tipica atmosfera montana. Qui ci si può inoltre recare al Museo dello Spazzacamino oppure ammirare i presepi sull’acqua nella vicina località di Crodo. Un suggerimento: potete giungere a Santa Maria Maggiore con la Vigezzina, ovvero un particolarissimo treno (in gergo chiamato il “Trenino“) che parte da Domodossola, o da Locarno se lo prendete in terra svizzera, che compie un viaggio realmente fantastico tra laghetti, boschi, ponti spettacolari e quant’altro. Provare per credere!

Andiamo al centro dello “Stivale” dove Gubbio organizza un mercatino che viene ancor più apprezzato grazie alla presenza, come da tradizione, dell’albero di Natale più grande del mondo. Un vero spettacolo che rende, se possibile, ancora più splendido questo borgo medievale meta ogni anno di flotte di turisti attirati dalle bellezze e dall’atmosfera che riesce a regalare. Ad arricchire il mercatino (apertura 20 novembre con orario 10.00-20.00) vi sono inoltre un trenino turistico, la ruota panoramica e le luci d’artista.

Se volete ammirare il classico mercatino tirolese potete andare ad Arezzo dove si terrà la sesta edizione dei Mercatini Tirolesi più grandi d’Italia. La magnifica Piazza Grande fa da sfondo, con i suoi palazzi medievali e rinascimentali, alle tipiche casette in legno in stile tirolese dove trovare prodotti tipici tirolesi ma anche toscani. Ma non finisce qui perché ad arricchire il tutto c’è un suggestivo spettacolo luminoso che va a colorare la città; e poi eventi quali il Christmas Garden, la casa di Babbo Natale, il Christmas Village e il villaggio natalizio di mattoncini Lego. Eventi che inizieranno il 20 novembre i quali renderanno così Arezzo “la capitale toscana” del Natale.

Arezzo e il suo mercatino di Natale

Nella Capitale si può visitare Cinecittà World, il parco divertimenti del cinema e della tv, in cui il Natale viene festeggiato, dal 6 novembre al 9 gennaio, con un enorme Villaggio di Natale, la Casa e la Fabbrica di Babbo Natale, il festival delle luminarie denominato Polvere di Stelle e gli immancabili Mercatini natalizi.

Curatissimi treni d’epoca esposti sono protagonisti del mercatino di Natale di Via Petrarsa a Napoli che si tiene appunto all’interno del Museo Ferroviario di Pietrarsa il quale per l’occasione è addobbato come un autentico villaggio natalizio. Musiche degli artisti di strada e street band fanno da accompagnatori ad un evento che aprirà i battenti il prossimo 27 novembre con orari 10.00-23.00 nei giorni feriali e fino alle 24.00 nel weekend.

A Palermo c’è la Fiera di Natale con più di 100 espositori ospitati nei tradizionali stand trasformando così Piazzale Giotto (dal 27 novembre al 27 dicembre) in uno spettacolo grazie anche all’installazione del più grande luna park dell’intera Sicilia in cui protagonisti sono attrazioni nazionali ed internazionali, circhi equestri, show motoristici e fast food.

Non meno suggestiva è Cagliari che ospita quello che è considerato come il mercatino più magico della Sardegna; luminarie, musica, prodotti artigianali, gastronomia locale, animazione per grandi e piccini rendono Corso Vittorio Emanuele II, Piazza Yenne e Piazza del Carmine luoghi perfetti per “sentire” l’atmosfera natalizia.

Se si vuole espatriare, stando però non troppo lontani dal Belpaese, vi consigliamo, nella vicina Svizzera, un mercatino davvero speciale: quello di Lugano. Meta da sempre ricca di fascino come poche al mondo, Lugano vede ospitare nelle caratteristiche stradine del centro storico (da Via Nassa a Piazza Dante) oltre 40 casette di legno dove trovare veramente di tutto tra vin brulè e dolciumi di ogni tipo. Un mercatino (aperto dall’1 al 24 dicembre) quello luganese che ha il vantaggio davvero unico di svolgersi in una città capace di mischiare l’atmosfera tipicamente elvetica a quella più mediterranea.

Uno dei mercatini di Natale più antichi del mondo lo troviamo a Vienna, più precisamente proprio di fronte al municipio, dove a dominare la scena è l’imponente albero di Natale attorno al quale vi sono dozzine e dozzine di bancarelle pronte ad aspettarvi. Quello che contraddistingue il mercatino viennese è l’alta qualità della merce in vendita; per intendervi non vi si trovano, parlando di decorazioni, quelle classiche “che si possono acquistare un po’ ovunque”, bensì quelle artigianali, fatte a mano, e provenienti non solo dall’Austria ma anche dai Paesi circostanti.

Che sia quello sotto casa o quello in una località da fiaba, il mercatino di Natale è sempre un appuntamento speciale capace di accendere in ognuno di noi, grande o piccino non fa differenza, l’inconfondibile atmosfera natalizia.