All’interno del favoloso, di nome e di fatto, Castello di Pandora relais & SPA a Nepi (VT) regna un’atmosfera fiabesca grazie al tipico stile disneyano della struttura ed a tutta una serie di servizi topclass tra cui ben tre luxury suites, centro benessere, privé, un magnifico parco di oltre 10.000 mq. in cui regna l’iconica piscina a forma di 8, con tanto di pool bar, e tutto quanto possa rendere veramente magico il vostro soggiorno qui. Da venerdì 3 dicembre verrà aggiunto poi un tassello fondamentale al Castello grazie all’aperura al pubblico del ristorante bistrotCroma_Terra” guidato dall’eclettico chef Andrea Fanti.

Ennesimo traguardo di prestigio raggiunto dal giovane chef, già executive presso il Croma_Lago di Ronciglione, il quale vede nell’apertura del Croma_TerraLa realizzazione di uno dei sogni che mi portavo dentro sin dalla nascita del Croma_Lago, cioè quello di espandere il concept verso altre realtà”.

Nome della nuova creatura di chef Fanti che richiama subito il doppio legame con il colore e con la terra proponendo quella che viene definita come cucina “nativa” basata sui principi dello stare insieme a tavola; ed è per questa ragione che, come dice lo chef, “Dopo aver attraversato un lungo periodo in cui si è stati forzatamente in casa, adesso c’è la necessità di ritrovarsi; e per questo ho voluto introdurre un antipasto accogliente e condiviso”. Convivialità che qui sarà di casa anche grazie al ritorno del “rito” del pranzo della domenica che racchiude, da sempre, i valori ed i sapori del ritrovarsi in famiglia.

Il menù proposto è quindi studiato per rendere l’atmosfera davvero, e non solo a parole, conviviale: si va dall’antipasto che, con polenta ai funghi, fusa di formaggi e parmigiano su di un grande tagliere da cui prendere la propria porzione, continuando poi con le pinse farcite, il prosciutto al coltello, salumi e formaggi, è proprio l’emblema della convivialità. Il tutto grazie a piatti “Legati al territorio e con prodotti già riconosciuti da slowfood senza però che venga meno la nostra continua ricerca di materie prime nel segno del rispetto, della sostenibilità e della genuinità” afferma chef Fanti.

Punti di partenza dell’offerta saranno i salumi, i formaggi, e le carni di assoluta eccellenza; quest’ultime, oltre che maremmane saranno nazionali ed estere, e vedranno nel dettaglio: varie tipologie di fiorentine, entrecôte, angus, filetti imperia, sashi Finlandia, o crude e marinate andando dalle tartare ai carpacci al naturale o accompagnati da honey souce, pesto di mandorle e limone candito.

Attenzione verrà data anche alle paste, tutte rigorosamente fatte a mano, di cui sarà disponibile una vasta selezione di ripiene, tenendo sempre presente la stagionalità dei prodotti, su cui spiccano gli gnocchetti di patate con fonduta di parmigiano 24 mesi con crudo di salsiccia e crema di datterino; totale autonomia verrà data ai commensali in materia di contorni, definiti fantasiosi, visto che sarà possibile sceglierne il preferito e farne così un unico pasto.

Menù che rispecchia quindi due valori a cui chef Fanti non può rinunciare, ovvero la concretezza e la sincerità che si vogliono proporre non solo dentro, ma anche fuori dal piatto “Utilizzando solo prodotti di cui conosco a fondo la filiera di provenienza e l’etica che c’è dietro” afferma lo chef il quale, accanto ad ogni prodotto, propone l’Enciclopedia del cibo che è un progetto “Attraverso il quale, volendo ripartire dalla conoscenza, ogni prodotto avrà la sua storia: riconoscimenti, origini, stagionatura, cagliata per quanto riguarda i formaggi; lo stesso per i salumi e le carni di cui si sapranno gradi di marezzatura, stadi di frollatura e tipo di allevamento”.

Un assaggio di tutto queste squisitezze lo si è avuto nei giorni scorsi in cui vi è stata l’overture, riservata alla stampa e ad alcuni estimatori i quali hanno potuto gustare i piatti di alta cucina, taluni rivisitati e corretti, by chef Fanti:

PRIMI

– Tortellone artigianale di zucca, fusa di erborinato “F.lli Pira”. Marmellata salata agli agrumi;

– Vialone nano in risotto, crema di cicoria, caviale di melanzane. Colatura di pecorino “F.lli Pira” e alici.

SECONDO

– Controfiletto di manzo “Fontebona”, jus di funghi, millefoglie di patate e maionese di nocciole “Luca di Piero”.

DESSERT

– Sfera e croccante di nocciole “Luca di Piero”, inserto di lampone, namelaka al cioccolato bianco e arachidi salate.

Menù che è stato promosso a pieni voti dai commensali, i quali hanno così avuto modo di toccare con mano la qualità e la genuinità proposte dal Croma_Terra che da venerdì 3 dicembre aspetta tutti coloro i quali vorranno godere ottimo cibo in un ambiente in cui nulla viene lasciato al caso, compresa quell’atmosfera di sincera e ritrovata convivialità di cui se ne sentiva la mancanza.

INDIRIZZO

Via cassia bis, km 37 (478,43 km)
01036 Nepi (VT)

CONTATTI

TEL. 339 661 0858

E-MAIL:  castellodipandora@libero.it