Fare una classifica del tipo “Il migliore cantante…”, “Il miglior calciatore…” ecc… è un esercizio, si sa, tanto affascinante quanto “rischioso” perché dà adito, inevitabilmente, a discussioni senza fine tra chi parteggia per uno e chi per l’altro a meno di essere personaggi quali, ad esempio, la “Divina” Maria Callas o Michael Jordan i quali, nei rispettivi campi, sono autentici “mostri sacri” e non suscettibili di alcuna discussione.

Analogamente risulta improbo stilare anche solo un elenco, figuriamoci una vera e propria classifica, delle più belle località del mondo; ci ha provato l’autorevole magazine Travel + Leisure che ne ha scelte 55 di cui due italiane. La coppia di locations nostrane scelte dal magazine statunitense sono due delle perle di una collana dalla lunghezza infinita, verrebbe da dire, visti gli innumerevoli luoghi da sogno del Belpaese.

Veniamo ora a vedere quali sono le due nostre località che possono annoverare la loro presenza in questo prestigioso elenco: sono il Lago di Como e Taormina.

Il Lago di Como rappresenta, da tempo immemore, fascino e classe grazie a paesaggi definibili, senza pericolo di esagerare, fiabeschi; un luogo che, già decantato da Goethe e Stendhal, ha rafforzato nel tempo i suoi punti di forza tanto da essere considerato sempre più spesso e da più autorevoli parti, verrebbe da dire quasi senza discussione, come il “lago più bello del mondo”.

La funicolare che porta da Como a Brunate

Lario che non è solo Como, ma anche Cernobbio, famosa in ogni dove, tra l’altro, per l’annuale forum economico, borghi pittoreschi, Varenna su tutti, ville (Villa Balbianello in primis), giardini e l’inimitabile Bellagio. Sono solo alcuni esempi di quanto e cosa si possa apprezzare trascorrendo qualche giorno qua; senza dimenticare poi il cosiddetto “balcone sul lago”, quella Brunate, raggiungibile con una suggestiva funicolare che parte da Como città, dalla cui sommità si gode un panorama di indicile bellezza, in tutte le stagioni dell’anno, ed in cui riecheggiano, quasi come un eco perpetuo, le esclamazioni di meraviglia, in tutte le lingue del mondo, non solo di coloro i quali sono qua per la prima volta, ma anche, e qui sta la magia del luogo, di chi ha la fortuna di venirci spesso.

Dall’estremo nord spostiamoci dalla parte opposta dello Stivale ed arriviamo a Taormina che è un autentico “lembo di paradiso sulla terra” come definito niente meno che da Goethe; un vastissimo patrimonio culturale, artistico e storico che ha catturato l’attenzione, e continua a farlo, di flotte di visitatori che qui possono apprezzare, in una terra che fa del clima dolce una delle sue “armi” migliori, tra panorami e stupefacenti spiagge da lasciar senza parole chiunque, anche il turista dal “palato più fine”, le stradine medievali tra le quali passeggiare gustando uno dei tantissimi piatti della rinomatissima cucina locale.

Must visit durante una vacanza a Taormina è sicuramente il Teatro Greco dal cui promontorio dove è ubicato si gode una vista impareggiabile dove protagonista è, non solo il mare, ma anche l’Etna. Vulcano visibile in tutta la sua maestosità anche dai giardini situati a Villa Comunale dove rilassarsi un po’ prima di proseguire per il Duomo, la cui piazza dove si trova, è impreziosita dalla seicentesca fontana. C’è poi, ma l’elenco di bellezze sarebbe veramente senza fine, l’Isola Bella in cui la macchia mediterranea ed i verdi arbusti esotici rendono questo luogo, che è riserva naturale e bene di rilevante interesse storico-artistico, davvero imperdibile.