È partita “INSIEME PER L’UCRAINA”, la raccolta fondi promossa dal Circolo di Cultura Omosessuale “Mario Mieli” a sostegno del popolo ucraino e della comunità lgbtqia+ locale. Ce ne parla il Presidente Mario Colamarino

Nei giorni scorsi ha preso il via “Insieme per l’Ucraina” la raccolta fondi promossa dal Circolo “Mario Mieli” in favore della popolazione ucraina che sta affrontando le atrocità della guerra. Una risposta, quella messa in campo dal Circolo presieduto da Mario Colamarino, al fine di dare un aiuto concreto ed immediato a coloro i quali stanno subendo sulla propria pelle le conseguenze devastanti del conflitto.

A dare i dettagli dell’operazione benefica è lo stesso Presidente del circolo che si è fatto promotore di questa iniziativa che è divisa in più fasi; “La prima parte è una raccolta fondi attraverso alcune realtà lgbt romane che hanno deciso di devolvere una parte dell’incasso che andrà a sostenere attività e comunità lgbt ucraine, associazioni umanitarie ed il Kyiv Pride con il quale siamo in contatto”. Successivamente, come spiega Mario Colamarino, “Stiamo pensando di fare, assieme a delle associazioni umanitarie, dei “ponti” per aiutare i profughi lgbt a venire a Roma e trovare un posto dove stare. Siamo già in contatto con alcune di queste organizzazioni ed io personalmente nei giorni scorsi ho incontrato una profuga ucraina lesbica che è venuta al nostro circolo”. Il terzo step “Prevede punti informativi ed eventi sulla situazione che stiamo vivendo; questo avverrà anche ospitando alcuni profughi presso il nostro circolo al fine di raccontarci le loro esperienze” come conferma il Presidente, il quale sostiene come si stia “Creando una rete per aiutare le persone che vivono qui in Italia o anche lì nei paesi vicini all’Ucraina”.

Obiettivo dell’iniziativa, nelle fasi iniziali, è quello di dare un aiuto economico; “Successivamente, visto che la situazione si sta evolvendo e ci saranno sempre più profughi, ci sarà la necessità di istituire ponti umanitari, ma anche di raccogliere beni di prima necessità da inviare al loro paese” analizza il Presidente, il quale aggiunge che “Abbiamo deciso poi, come circolo Mario Mieli, di metterci a disposizione per creare una rete di aiuto a queste persone che vengono in Italia”.

“Insieme per l’Ucraina” che, anche se partita da poco, sta andando bene poiché “Alcune realtà commerciali hanno già fatto la donazione mentre altre la stanno completando” analizza con soddisfazione Mario Colamarino il quale aggiunge che “Stiamo anche pensando di aprire una vera e propria raccolta fondi online per sostenere questi nostri progetti andando a destinare i soldi, sentendo le realtà umanitarie, dove sono più urgenti”.

Circolo Mario Mieli che si dimostra così una volta ancora non nuovo ad iniziative del genere visto che già in precedenza “Si è attivato in operazioni di emergenza per aiutare comunità lgbt e non solo perché noi lavoriamo a 360° per aiutare le comunità grazie all’indispensabile aiuto delle realtà commerciali che ci sostengono quali Colosseum BarComing OutDragqueenmaniaGIAMGlamorizeInvictusLatte FrescoMy BarMuccassassinaPoppeStay Calma.