Leonardo Hotels Central Europe, la divisione per l’Europa Centrale del gruppo alberghiero israeliano Fattal Hotel Group, conferma la sua forte attenzione al design, dimostrata in ogni nuova apertura o ristrutturazione. Leonardo Hotels Central Europe continua a perseguire i suoi obiettivi di sviluppo ed espansione anche nel mercato italiano, alla ricerca di nuovi progetti per rafforzare la propria presenza con un approccio unico al design, che riflette l’impegno a garantire continuità, implementando allo stesso tempo elementi locali in tutti gli hotel.

LHCE Look & Feel è il cuore della filosofia del design degli hotel LHCE, che riflettono le identità di ciascuno dei quattro brand e sono caratterizzati da atemporalità e palette sgargianti. Ogni Leonardo Hotel è diverso, unico, con elementi ispirati all’identità locale che lo legano ancora di più alla città in cui si trova, dando vita urban hotel con uno stile unico.

L’originale concept di design è opera dell’interior designer Andreas Neudahm, che si è dedicato sia ai nuovi progetti LHCE sia alle ristrutturazioni, riuscendo a trasformare ogni struttura Leonardo Hotels in una “casa temporanea” per il viaggiatore, con i caratteri distintivi dell’identità locale. Il suo approccio “alla ricerca senza tempo” si allontana dalle tendenze più ovvie, mantenendo un look intramontabile e accessibile in modo che tutti si sentano a proprio agio, oltre a riflettere le reali esigenze dei viaggiatori e di coloro che si trovano lì per lavoro.

Gli spazi comuni si ispirano al concetto di Open Lobby. Le caratteristiche architettoniche di ogni hotel si fondono con la città in cui si trova. Questo mix di caratteristiche e stili di ogni singolo hotel è ciò che rende così speciale il design di Leonardo. L’Open Lobby è il punto focale di ogni Leonardo Hotel, il cuore della struttura, un luogo in cui tutte le aree, la reception, il bar, la lobby e il ristorante (oltre agli spazi per lavorare), confluiscono l’una nell’altra. Qui gli ospiti possono immergersi nell’atmosfera vivace dell’hotel o rilassarsi negli spazi più tranquilli.

Un elemento distintivo delle Open Lobby sono gli spazi ibridi: grandi aree con piccoli spazi separati che permettono di concentrarsi e rilassarsi allo stesso tempo – sia che si tratti di concentrarsi sul lavoro, sia che si tratti di godersi una vacanza – in un ambiente accogliente e colorato con eleganti complementi d’arredo.

Il designer tedesco, tra i più rinomati designer di hotel in Europa, e il suo team hanno realizzato progetti per oltre 90 strutture di Leonardo Hotels Central Europe e del gruppo in cui fa parte, Fattal Group. I progetti di tutti e cinque gli hotel italiani che appartengono alla famiglia Leonardo, tra cui Leonardo Hotel Milan City Center, NYX Hotel Milan, Leonardo Boutique Hotel Rome Termini, Leonardo Royal Hotel Venice Mestre, Leonardo Hotel Verona, sono stati interamente seguiti da lui.

Andreas Neudahm commenta così il suo approccio: “Un aspetto importante del mio lavoro è essere sul campo. Percepisco gli ambienti visivamente, presto attenzione all’acustica, ai profumi e alla sensazione delle superfici, nonché all’atteggiamento nei confronti della vita che si percepisce in quel luogo. Che tipo di città è, che quartiere è, come vive la gente qui? Tutto questo confluisce nel mio processo creativo. Spesso, da presunto straniero, riesco a cogliere le particolarità e le sfumature di un luogo in modo completamente diverso da una persona che ci vive ogni giorno. Mi addentro profondamente nella cultura dei luoghi e nella loro storia per poterli poi tradurre in design”.

Questo è lo stesso concept applicato anche alle cinque proprietà italiane del gruppo: “In Italia, la leggerezza, la famosa “dolce vita” si percepisce chiaramente in quasi tutti i luoghi. L’atteggiamento spensierato e positivo nei confronti della vita, una certa nonchalance e lo scambio interpersonale non sono solo un mito. Mi piace immergermi nell’atmosfera italiana e tradurla in un concetto di design senza tempo. I colori forti riflettono la gioia di vivere, un arredamento di alta qualità ma minimalista nelle stanze crea una sensazione di spazi ampi. Trovo che Roma, Verona, Milano e Venezia siano città molto particolari.”, continua Neudahm,“Sono tutti luoghi dall’importanza storica significativa che trasmettono comunque una certa leggerezza, ognuna a modo suo”.

Tutti questi elementi sono fondamentali per la progettazione delle stanze, la scelta dei materiali, delle forme e dei colori. Anche i motivi artistici, ciascuno con elementi caratteristici, assicurano un collegamento evidente con la destinazione.

L’approccio del designer è molto influenzato dal nostro Paese e dalle sensazioni che ha provato qui:“Considero l’Italia il luogo di nascita del design e dell’estetica e il Paese parla la mia stessa lingua in termini di design. Per quasi tutti i miei progetti, non solo per quelli italiani, mi piace lavorare a stretto contatto con fornitori locali, in quanto condividono gli stessi miei standard in termini di qualità e interpretazione del design. Prodotti e tecniche di alta qualità, ad esempio le tecniche a spatola come lo Stucco Antico e la capacità di dipingere affreschi a soffitto in modo tradizionale: questo è ciò che caratterizza l’artigianato italiano.”

Le strutture già esistenti rappresentano una sfida sempre maggiore, poiché bisogna prendere in considerazione anche le circostanze al momento della progettazione. La richiesta di progettare ambienti creativi, accoglienti e allo stesso tempo funzionali è più facile da realizzare su una “tela bianca” rispetto a quando ci sono già alcune restrizioni imposte dall’edificio e dall’architettura. In questo caso sono spesso necessarie soluzioni più creative per creare un arredamento piacevole sia per gli ospiti che per i dipendenti. Mentre un Leonardo Royal, come quello di Venezia Mestre, è più classico e il tema dell’eleganza lussuosa e senza tempo è fortemente vissuto, il marchio NYX Hotels by Leonardo Hotels è più giovane, più fresco e più vivace – e un po’ sfacciato.