Mi è stato chiesto perché io non partecipo a manifestazioni contro la guerra. Ho detto che non potrò mai farlo, ma non appena ci sarà una manifestazione per la pace, io ci sarò.

                                                                                                 Madre Teresa Di Calcutta

In occasione della Giornata Internazionale della Pace (istituita dall’Assemblea Generale della Nazioni Unite con Risoluzione 36/67 nel 1981) celebrata in tutto il mondo il 21 settembre 2022, alcuni artisti e imprenditori del settore alimentare e della ristorazione, in collaborazione con SS LAZIO e con la Casa Circondariale di Roma Rebibbia, si uniscono per realizzare una giornata di festa e solidarietà insieme alle 324 detenute della Sez. femminile di Rebibbia.

L’iniziativa, piuttosto insolita nella modalità in cui sarò realizzata, si svolgerà in uno dei luoghi maggiormente provati dal dolore e dalla privazione: il carcere femminile. Proprio qui, da questo luogo pregno di sofferenza ma allo stesso tempo punto per una nuova ripartenza, insieme alle 324 detenute, sportivi, educatori ed artisti, volgiamo far risuonare e rinnovare il nostro impegno per la pace.

L’evento “A REBIBBIA – SCENDIAMO IN CAMPO PER LA PACE” avrà luogo nel cortile della Sez. femminile dell’Istituto penitenziario. A scendere in campo saranno la solidarietà e la generosità di sportivi, artisti e imprenditori.

La giornata sarà strutturata in due momenti:

  • Dalle 10.00 alle 12.00 si disputerà un torneo quadrangolare di calcetto tra detenute, agenti e operatori penitenziari, “Nazionale delle Suore” di suor Paola D’Auria, e delle Calciatrici della Lazio Women (Antonietta Castiello, Elettra Martinoli, Maria Letizia Musolino, Claudia Palombi, Federica Savini, Maria Fabiana Vecchione, Silvia Vivirito). Alle 12.00 la premiazione delle prime due squadre vincitrici.
  • Alle 12.30, presso la Tensostruttura del cortile della Sez. femminile, il buffet gastronomico offerto da noti nomi del settore alimentare e della ristorazione (ristorante “Checco dello Scapicollo”, “Fritto King” e “Antica Norcineria Lattanzi“) Al termine del pranzo, lo spettacolo realizzato da alcuni artisti: il cantante romano e imitatore dal Puff di Lando Fiorini, Massimo Mattia, il duo comico di Zelig Off “I Sequestratori”, il Mago Pablo, il produttore discografico e direttore artistico di Joseba Label e Joseba Publishing Gianni Testa e la cantante e attrice Alma Manera accompagnati dal maestro Vincenzo Campagnoli.

Tra i volontari che serviranno il pranzo alle detenute e agli ospiti, anche due donne ucraine. Un ringraziamento particolare a coloro che hanno aperto le porte dell’Istituto penitenziario e hanno reso possibile questo progetto. Nello specifico: il Direttore della Casa Circondariale, Dott.ssa Alessia Rampazzi; il Comandante dell’Istituto, Commissario coordinatore Dario Pulsinelli; il Funzionario Giuridico Pedagogico Dott.ssa Alessia Giuliani (referente istituzionale del progetto); il Presidente dell’Associazione Atletico Diritti, Dott.ssa Susanna Marietti; le allenatrici, Dott.ssa Carolina Antonucci, Dott.ssa Giorgia Caforio e Sharon Gherghi.