IL GIOVANE BRAND ALBERGHIERO PUGLIESE FA IL PRIMO PUNTO SULL’ESTATE REGISTRANDO UN +50% SUI MESI DI GIUGNO, LUGLIO E SETTEMBRE E UN +10% SUL MESE DI AGOSTO

Un’ottima estate quella di HO Collection, brand alberghiero giovane e dinamico con particolare expertise sul territorio pugliese, caratterizzata da un incremento del +50% per i mesi di giugno, luglio, settembre e da un +10% nel mese di agosto rispetto al 2021. Complice lo smart working e la flessibilità del lavoro, si è registrato un cambiamento molto positivo sul trend della stagionalità estiva, non più concentrata solo ad agosto.

Il portfolio di HO Hotels Collection ad oggi comprende cinque proprietà in Puglia e una a Roma: il Patria Palace Hotel, cinque stelle all’interno di un palazzo storico nel cuore di Lecce che è stato oggetto di un totale rinnovo; The Nicolaus Hotel, storico indirizzo a Bari con un’anima MICE e un rooftop per eventi privati con vista panoramica sulla città; l’Hi Hotel Bari, pensato per viaggiatori sempre connessi con servizi h24; I Turchesi Club Villagedestinazione per famiglie con 152 appartamenti, ognuno con terrazza o giardino privato, a Castellaneta Marina; il Mercure Roma West e la new entry Mercure Delfino Taranto che è oggetto di ristrutturazioni.

Le strutture di Bari hanno confermato il trend positivo della città sia nel settore corporate e MICE, ma anche nel segmento leisure, che ha avuto un exploit in tutta la provincia di Bari. Lecce ha confermato in pieno le previsioni di crescita del mercato del lusso supportando una crescita a due cifre del fatturato dell’Hotel. Il Club Village ha confermato il fully booked per tutta la stagione come negli anni passati. Taranto ha confermato i numeri del 2021 in attesa del restyling che è attualmente in corso. Infine Roma è sicuramente la città che risente dell’assenza di ampie tipologie di clientela straniera ma, grazie ad una politica di apertura a specifici mercati, l’occupazione è rimasta simile ai valori pre-covid.

Siamo molto felici di questo trend dichiara Mattia De Gennaro, Managing Director di HO Hotels Collection – anche perché con la fine dell’anno prevediamo di superare nuovamente i 20 milioni di fatturato complessivo, con incremento prossimo al 90% rispetto al 2021 e valori di redditività superiori al 2019E prosegue: “Nei mesi scorsi abbiamo investito in modo cospicuo sulle attuali proprietà con importanti restyling e per il futuro desideriamo continuare a crescere in territorio pugliese ma non solo, includendo nuove destinazioni, con l’obiettivo di  arrivare a disporre di 1.500 camere entro il 2025.”

Molto positivo anche il dato relativo agli arrivi dei turisti esteri, in quanto mentre nel 2021 il mercato italiano rappresentava oltre l’80% del totale con la restante parte europea principalmente francese, quest’anno i mercati stranieri sono tornati ad occupare una fetta intorno al 50% del nostro fatturato con la presenza importante di americani, inglesi, olandesi e altri mercati di lungo raggio (Brasile, Australia).

Ogni struttura offre diverse esperienze di soggiorno – leisure, business o bleisure – per cui anche la  permanenza media del soggiorno è stata varia in base all’hotel, in città il soggiorno medio varia da 2 a 4 notti, mentre nel Club Village superano sempre le 7 notti.

E conclude De Gennaro: “E’ prematuro fare previsioni per l’inverno ma siamo fiduciosi. Il tema del pricing rappresenterà una costante nel trade off tra incremento dei costi operativi e pressione sulla potenzialità di spesa di aziende e clienti individuali. Sicuramente ci sarà una fase di transizione complessa fino all’assestamento dell’economia in funzione della crescente inflazione, in cui il settore del lusso sarà poco coinvolto, mentre corporate e leisure diventeranno mercati più volatili in cui la qualità e la flessibilità saranno come sempre fattori determinanti”.