Carceri: Ciambriello nuovo portavoce Conferenza dei garanti – Ruolo, responsabilità e obiettivi del nuovo portavoce nella gestione delle carceri

Samuele Ciambriello, garante per i detenuti e Potere al Popolo con diverse organizzazioni politiche e a difesa dei detenuti in presidio davanti al carcere per protestare contro il regime 41 bis, contro l'ergastolo ostativo e in solidarietà ad Alfredo Cospito, Napoli, 5 Gennaio 2023. ANSA/CESARE ABBATE

Samuele Ciambriello è il nuovo portavoce dei garanti territoriali delle persone private della libertà

Samuele Ciambriello è stato eletto come nuovo portavoce della Conferenza dei garanti territoriali delle persone private della libertà. La votazione ha visto 46 voti a favore su un totale di 79 garanti provenienti da regioni, province autonome, province, aree metropolitane e comuni aventi diritto. La maggioranza dei 60 voti è stata espressa in presenza, per delega o da remoto.

Ciambriello, oltre ad essere un docente universitario, è anche uno scrittore, giornalista e garante delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale nella Regione Campania. Prende il posto di Stefano Anastasìa, garante del Lazio, che è stato portavoce della Conferenza dal 2018.

Un ringraziamento al predecessore e un impegno per il futuro

Ciambriello ha espresso la sua gratitudine al collega Stefano Anastasìa per essere stato un punto di riferimento per l’intera Conferenza dei garanti territoriali. Ha sottolineato l’importanza della Costituzione come baluardo per il loro lavoro come autorità indipendente. Ha inoltre sottolineato che la politica può aiutare e cooperare, ma non può imporre regole alle istituzioni di garanzia. Ciambriello ha dichiarato che lavorerà con un atteggiamento di dialogo e relazioni efficaci con il Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria, il Consiglio nazionale dei garanti e la comunità del terzo settore e dei cappellani delle carceri, insieme alla comunità dei detenuti.

Un garante impegnato nel sociale

Ciambriello ha una vasta esperienza nel settore sociale. È un operatore del privato sociale e fondatore della Cooperativa “L’Agorà” per detenuti. È anche presidente dell’associazione “La Mansarda”, che si occupa dei minori a rischio e delle comunità d’accoglienza per minori dal 1989. Ciambriello è stato eletto per la prima volta come garante dal Consiglio regionale della Campania nel 2017 e ha ottenuto la conferma nel febbraio del 2023.

In conclusione, Samuele Ciambriello assume il ruolo di portavoce dei garanti territoriali delle persone private della libertà, portando con sé una vasta esperienza nel settore sociale e un impegno per lavorare in collaborazione con altre istituzioni e organizzazioni per garantire i diritti delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale.