Covid-19: Pregliasco prevede aumento dei casi gravi – Ultime notizie

Secondo il virologo Fabrizio Pregliasco, la situazione del Covid-19 in Italia è ancora critica e ci aspettiamo un aumento dei casi gravi in futuro. Tuttavia, non dovremmo preoccuparci dell’impatto sul Servizio Sanitario Nazionale, poiché siamo pronti ad affrontare questa situazione di crisi. Questa è la visione che emerge dall’ultimo monitoraggio dell’Istituto Superiore di Sanità e del Ministero della Salute.

Secondo il rapporto, tutti gli indicatori sono in aumento. Come spiega il Professor Pregliasco, sappiamo ormai che i casi gravi dipendono dal numero di contagi, ma le complicazioni si verificano solitamente una settimana o dieci giorni dopo l’insorgenza della malattia. Questo ci fa prevedere un ulteriore aumento dei casi gravi.

Il virologo commenta anche la percezione diffusa che il Covid-19 sia una malattia banale, soprattutto tra le persone più fragili. Tuttavia, Pregliasco sottolinea che questo è un messaggio fuorviante. È difficile comunicare i rischi e le misure preventive in una situazione in cui si rischia di allarmare le persone. Ma è fondamentale proteggere le persone fragili, perché sono ancora a rischio.

Come possiamo proteggere le persone fragili? Secondo Pregliasco, la vaccinazione contro il Covid-19 e l’influenza è fondamentale. Inoltre, è importante eseguire il tampone immediatamente in caso di sintomi sospetti, per consentire un accesso rapido alle terapie antivirali specifiche e proteggere così le persone fragili da forme gravi della malattia. È inoltre necessario ricordare che questa malattia rappresenta ancora un rischio per le persone anziane e fragili, proprio come l’influenza.

In conclusione, la situazione del Covid-19 in Italia è ancora critica e ci aspettiamo un aumento dei casi gravi. È importante adottare misure di protezione e prevenzione, in particolare attraverso la vaccinazione e la tempestiva esecuzione del tampone per le persone fragili. Dobbiamo ricordare che questa malattia non è banale e rappresenta ancora un rischio per le persone più vulnerabili.