Connettiti con noi

News

Fedez e De Luca emozionano con uno spettacolo indimenticabile a Muschio Selvaggio: “Ti voglio bene”

Published

on

Il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, è stato ospite nel podcast di Fedez e Mr. Marra, intitolato “Muschio Selvaggio”. Durante la puntata, si è parlato principalmente delle nuove generazioni, delle loro esigenze e dei loro problemi.

De Luca ha espresso la sua opinione sui tatuaggi, criticando apertamente le persone di mezza età che li indossano come segno di giovanilismo. Ha anche commentato la musica trap, ascoltando un brano e dichiarando di non aver capito il testo, ma che avrebbe chiesto a Rocco Hunt di tradurlo.

Durante la conversazione, il governatore è stato informato delle guerre tra rapper che stanno accadendo anche in Italia, in particolare a Milano. De Luca ha commentato che questi episodi sono “idioti e demenziali” e ha proposto il metodo pedagogico di Singapore, in cui la polizia municipale usa un frustino di bambù per punire i trasgressori.

Il governatore ha sottolineato la responsabilità delle persone adulte nei confronti dei giovani, criticando l’adozione di comportamenti e espressioni dei personaggi dei telefilm. Ha anche evidenziato la perdita del principio di autorità come uno dei motivi di questi comportamenti.

De Luca ha parlato anche della situazione di Napoli e della Campania, sottolineando la presenza ancora attiva della camorra e la mancanza di opportunità per i giovani nei quartieri popolari.

Sul tema della politica, il governatore ha espresso la sua opinione sul trasformismo e ha criticato la leadership di Elly Schlein nel Partito Democratico, definendo i contenuti programmatici “flebili”. Ha anche commentato negativamente il governo, affermando che il sud è stato tradito e calpestato.

Infine, De Luca ha sorpreso tutti con un messaggio diretto a Fedez, elogiando il coraggio e la generosità del cantante nel affrontare un tumore e utilizzare la sua esperienza per ispirare gli altri. Fedez ha risposto commosso, ringraziando il governatore per le sue parole.