Giornata Sla: Diritti dei pazienti e famiglie ricordati da Massimelli (Aisla)

A Brescia, l’Associazione italiana sclerosi laterale amiotrofica (Aisla) ha dato il via in anteprima ai festeggiamenti della sedicesima Giornata nazionale Sla. Questa giornata è importante per ricordare i diritti delle persone affette da Sclerosi laterale amiotrofica e delle loro famiglie. Durante l’evento, è stato chiesto un piccolo contributo e in cambio sono state offerte bottiglie di vino Barbera. Questo contributo servirà a sostenere l’assistenza delle persone con Sla e delle loro famiglie. La presidente di Aisla, Fulvia Massimelli, ha invitato tutti a partecipare all’evento per conoscere l’associazione e fare la differenza con un piccolo gesto.

La serata di anteprima della Giornata nazionale Sla 2023 si è svolta ieri a Brescia, con l’animazione dei migliori format e locali della città. Il ricavato del beverage della serata è stato devoluto ad Aisla e contribuirà alla realizzazione di un’area di ricerca dedicata alle terapie innovative, ai trial clinici e alla formazione dei giovani ricercatori presso il Centro clinico di Gussago. Questa operazione, chiamata “Baci per NeMO”, rappresenta un importante passo avanti nella lotta contro la Sla.

L’obiettivo di Aisla è quello di migliorare la qualità di vita delle persone affette da Sla e delle loro famiglie, offrendo supporto e assistenza. Grazie ai fondi raccolti durante la Giornata nazionale Sla e agli eventi correlati, l’associazione può continuare a svolgere la sua importante opera. È fondamentale sensibilizzare l’opinione pubblica su questa malattia e promuovere la ricerca scientifica per trovare nuove terapie e cure.

L’invito di Fulvia Massimelli a partecipare all’evento e sostenere l’associazione con un piccolo contributo è rivolto a tutte le persone interessate, dai 25 ai 60 anni. Con il nostro sostegno, possiamo fare davvero la differenza nella vita delle persone affette da Sla e delle loro famiglie.