Migranti: Salvini e Meloni in tregua, ma richiedono azioni concrete da von der Leyen

Il leader della Lega, Matteo Salvini, è impegnato in una doppia sfida: vincere due derby. Il primo è quello tra le squadre di calcio Milan e Inter, che si svolgerà a San Siro. Il secondo derby è politico, e lo vede contrapposto a Giorgia Meloni. Questo confronto è molto più lungo e stressante, e richiede una grande attenzione e nervi saldi. È per questo che Salvini fa un breve intervento alla festa dei giovani a Pontida, promettendo di tornare in serata per festeggiare la vittoria del suo Milan. Nel frattempo, dal palco sotto al tendone vicino al sacro prato di Pontida, invia parole di incoraggiamento a Giorgia Meloni, definendola una “maga” che sta compiendo miracoli. Domani, con un tempismo impeccabile, Meloni sarà a Lampedusa con Ursula von der Leyen, presidente della commissione Ue. Salvini sottolinea che non è in contrapposizione con Meloni, ma che la mancanza di un’opposizione reale crea spettacolo e divertimento. Massimiliano Romeo, capogruppo della Lega in Senato, spiega che l’obiettivo è abbassare i toni e fingere di essere divisi per colpire uniti.