“Palermo: Insulti e Minacce sui Social dopo lo Stupro di una Ragazza”

Una giovane di 19 anni di Palermo ha denunciato uno stupro di gruppo che ha subito il 7 luglio scorso al Foro Italico. Sette giovani sono stati arrestati, tra cui uno che al momento dell’aggressione non aveva ancora compiuto 18 anni. La ragazza ha ricevuto numerosi insulti e minacce sui social media dopo aver reso pubblica la sua denuncia. Molte donne sono state particolarmente pesanti nei suoi confronti, accusandola di aver provocato l’aggressione a causa del suo modo di vestire. Stanca degli insulti, la giovane ha deciso di condividere gli screenshot dei messaggi che ha ricevuto. Nonostante le critiche, la ragazza ha difeso il suo diritto di pubblicare ciò che desidera e ha chiesto alle donne di essere più rispettose. Ha anche condiviso la sua storia di vita, parlando del padre assente, della madre morta quando era giovane e delle difficoltà che ha affrontato. Lo stupro è stato anche filmato da uno dei ragazzi arrestati. La ragazza ha raccontato agli inquirenti di essere stata costretta a bere e fumare marijuana prima di essere trascinata in un cantiere al Foro Italico. Durante l’aggressione, la vittima ha urlato di fermarsi, ma i suoi aggressori hanno continuato e si sono scambiati di posto. La richiesta di scarcerazione dei ragazzi è stata respinta dal Tribunale del Riesame.