Vacanze estive quasi gratis, queste soluzioni non te le hanno mai rivelate | Ecco il modo per spendere 4 spicci

Vacanza quasi gratis - Tendenzediviaggio.it

Vacanza quasi gratis - Tendenzediviaggio.it (Fonte Corporate+)

Se il tuo obiettivo è girare il mondo senza spendere una follia, sei nel posto giusto: ecco come pianificare le tue prossime vacanze a titolo quasi gratuito!

Se fino a un ventennio addietro le ferie estive venivano considerate quasi alla stregua di un diritto universale, in tempi recenti esse si sono trasformate in un autentico bene di lusso, soprattutto dopo la pandemia.

Le tariffe dei voli, degli alloggi e delle attività turistiche, infatti, sono diventate attualmente insostenibili per molte famiglie.

Questa evenienza ha determinato una diminuzione dei tempi di permanenza nelle località di villeggiatura: da una media di 7-10 giorni, infatti, si è giunti a soggiorni molto più brevi, di circa 3-6 giorni. Tale adattamento, come anticipato, è da ricondursi sempre alla limitata disponibilità economica delle famiglie italiane.

Per non parlare dei più giovani, che spesso sono anche i turisti più squattrinati. A meno che non si tratti di studenti meritevoli, che tramite borse di studio e progetti Erasmus hanno la possibilità di vivere all’estero per un periodo determinato di tempo, per le nuove generazioni il concetto di viaggio è fortemente vincolato all’esiguo budget disponibile.

Se ti stai chiedendo, quindi, se sia ancora possibile viaggiare senza mandare il conto corrente in rosso, la risposta è: sì. Ecco i 3 modi per girare il mondo senza spendere cifre esorbitanti: con queste soluzioni, anzi, ti basterà solamente acquistare il tuo biglietto aereo di andata e ritorno!

Come girare il mondo a titolo (quasi) gratuito

Il primo escamotage, dopo aver identificato la zona che si intende visitare, è quello di mettersi in contatto con famiglie autoctone che ricercano una figura au pair da inserire nel loro ménage familiare.

Questa soluzione permette infatti il trasferimento all’estero per un periodo di tempo limitato, che solitamente può andare dai 6 mesi a un anno, e prevede che il viaggiatore presti servizio in qualità di baby sitter presso la famiglia ospitante. Egli dovrà infatti badare alla sicurezza dei più piccoli mentre i genitori sono fuori casa, accompagnarli a scuola se necessario, preparare loro i pasti qualora non siano autosufficienti e monitorarli per tutto il tempo necessario. La famiglia offrirà in cambio vitto e alloggio, e il restante tempo libero potrà essere sfruttato per visitare la location prescelta, per socializzare, coltivare le proprie passioni e, al contempo, migliorare la propria conoscenza della lingua. È necessario però avere un’età compresa tra i 18 e i 30 anni, essere nubile o celibe e, ovviamente, avere la fedina penale completamente pulita.

Chiosco in riva al mare - Tendenzediviaggio.it
Chiosco in riva al mare – Tendenzediviaggio.it (Fonte Corporate+)

Altri modi per viaggiare gratis

In alcuni Paesi, come la Grecia, le Amministrazioni locali ricercano ciclicamente dei volontari esteri che prestino servizio presso i canili e i gattili del territorio. In cambio, esse offrono vitto e alloggio gratuito, spesando così completamente il prezzo del soggiorno per un tempo massimo di 2 o 3 mesi.

Infine, alcuni chioschi e bar sulla spiaggia, specialmente in Costa Rica, scambiano il vitto e l’alloggio con la prestazione d’opera: se ti piace l’idea di lavorare in riva al mare a contatto con turisti di tutto il mondo, inizia subito a informarti in merito alle attività commerciali che aderiscono all’iniziativa!