Vacanze, non prenotarle in questa città nel 2024: se lo fai entrano nel tuo conto e lo prosciugano

Città più costosa del mondo nel 2024 - Tendenzediviaggio.it

Città più costosa del mondo nel 2024 - Tendenzediviaggio.it (Fonte Adobe Stock)

Se hai intenzione di prenotare le tue vacanze in questa città, devi mettere in preventivo un autentico salasso: i dati parlano chiaro.

Anche se il risparmio attualmente è diventato una materia scivolosa e spinosa per milioni di italiani, tra le spese ritenute irrinunciabili compare anche il budget riservato alle vacanze estive.

Esse rappresentano infatti l’opportunità per staccare almeno una volta all’anno dalla soverchiante routine quotidiana, e di conseguenza vengono vissute come una sorta di ricompensa dopo lunghi mesi di lavoro e grattacapi finanziari.

La strategia migliore per risparmiare sulle ferie è senz’altro quella che prevede la prenotazione anticipata delle strutture ricettive nelle locations prescelte, la ricerca di voli a tariffe convenienti e, ancora, la pianificazione del viaggio stesso, in modo da evitare fuori programma dispersivi e dispendiosi.

Talvolta, però, è proprio la meta finale a innalzare il costo complessivo della vacanza stessa: vediamo quali sono le città ritenute più costose nel 2024 secondo lo studio Cost of Living City Ranking, pubblicato da Mercer.

Le città più costose del mondo

La classifica di Mercer ha tenuto conto di alcuni parametri; tra di essi il costo della vita in loco, il prezzo medio proposto dalle strutture ricettive e le tariffe offerte dai mezzi di trasporto pubblici e privati e, in fondo alla top ten, troviamo La Città degli Angeli. Con le sue affascinanti luci e lo skyline degno di un ritratto, Los Angeles risulta una meta non propriamente abbordabile.

A seguire in modo decrescente, Nassau, Capitale delle Bahamas, e subito dopo l’europea ma cosmopolita Londra, mecca degli amanti del vintage e degli appassionati alle vicende della Royal Family. Poi, compare prevedibilmente la caotica e fervente New York, che dà pochi punti di vantaggio alla combo di città svizzere Basilea, Ginevra, Berna e Zurigo. Al secondo posto troviamo invece Singapore, e al primo Hong Kong: in entrambi i casi, queste due città registrano costi per gli alloggi decisamente faraonici, sia per gli autoctoni che per i turisti. E neppure il costo della vita risulta particolarmente accessibile per viaggiatori appartenenti al ceto medio.

Veduta aerea di Hong Kong - Tendenzediviaggio.it
Veduta aerea di Hong Kong – Tendenzediviaggio.it (Fonte Adobe Stock)

Come visitare Hong Kong senza spendere un patrimonio

Una volta prenotato l’alloggio, è possibile godere delle bellezze di Hong Kong anche se si ha a disposizione un budget ridotto. Ad esempio, è possibile prenotare un giro sui caratteristici tram panoramici a due piani e ammirare l’intera città a prezzi piccoli piccoli, oppure esplorare il mercatino di Graham Street, ricolmo di capi di abbigliamento, potenziali souvenirs e oggetti interessanti che non costano una follia.

Oppure, salire sul Mid-levels Escalator, un’esperienza unica e gratuita che consente di utilizzare la scala mobile più lunga al mondo lungo alcune strade del distretto di Central e, in seguito, utilizzare lo Star Ferry per raggiungere Tsim Sha Tsui in pochi minuti via traghetto: i prezzi dei biglietti sono più che convenienti.