Visita di Ursula von der Leyen a Lampedusa insieme a Giorgia Meloni: focus sui migranti

La presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, sarà oggi in Italia per un importante incontro con la presidente del Consiglio, Giorgia Meloni. Secondo quanto annunciato da un portavoce, le due leader avrebbero anche intenzione di visitare insieme l’isola di Lampedusa, anche se non è ancora chiaro quando esattamente avverrà questa visita nel corso del fine settimana.

La decisione di Meloni di invitare von der Leyen a Lampedusa è stata motivata dalla volontà di farle toccare con mano la gravità della situazione migratoria che l’Italia sta affrontando, e di accelerare l’attuazione di un accordo con la Tunisia per il trasferimento delle risorse concordate. La presidente del Consiglio ha scritto una lettera a von der Leyen, che ha sempre dimostrato collaborazione, e si è rivolta anche al presidente del Consiglio europeo, Michel, chiedendo di inserire la questione migratoria all’ordine del giorno del prossimo Consiglio europeo di ottobre.

Meloni intende ribadire l’importanza di avviare una missione europea, eventualmente anche navale, in accordo con le autorità del Nord Africa, per fermare le partenze dei barconi e contrastare il flusso di migranti illegali e gli sbarchi sulle coste italiane. La pressione migratoria che l’Italia sta subendo quest’anno è insostenibile, a causa di una difficile congiuntura internazionale che unisce i problemi dei Paesi africani a una crescente instabilità nella zona del Sahel.

La situazione è resa ancora più complessa da colpi di Stato, calamità naturali, guerra del grano e jihadismo, che potrebbero spingere diverse decine di milioni di persone a cercare un futuro migliore in Europa. Tuttavia, Meloni ha sottolineato che l’Italia e l’Europa non possono accogliere questa enorme massa di persone. Ha lanciato un messaggio chiaro a coloro che cercano di entrare illegalmente in Italia, sottolineando che non conviene affidarsi ai trafficanti di esseri umani e che chiunque entri illegalmente nel paese sarà trattenuto e rimpatriato.

La situazione attuale non consente di fare altrimenti. La visita di von der Leyen a Lampedusa rappresenta quindi un importante passo per affrontare questa complessa questione e trovare soluzioni efficaci.